Logo Regione Autonoma della Sardegna
IL SISTEMA AMBIENTALE DELLA SARDEGNA

Qualità dell'aria

Monitoraggi
L'Arpas è il soggetto competente a gestire la rete di monitoraggio della qualità dell'aria. Nelle more dell'istituzione dell'Agenzia la rete è stata gestita dalle amministrazioni provinciali di Cagliari, Sassari, Nuoro e Oristano.

Il trasferimento della rete all'Arpas è avvenuto nel corso del 2008. Dal 18 febbraio 2008 è stata trasferita dalla Provincia di Cagliari all'Arpas la gestione della rete di monitoraggio atmosferico per le Province di Cagliari, Carbonia-Iglesias e Medio Campidano, dal 4 aprile 2008 è stata trasferita la gestione della rete della Provincia di Oristano, dal 16 agosto 2008 quella della Provincia di Nuoro e, infine, dal 6 novembre 2008 quella della Provincia di Sassari.

La rete è costituita da 43 centraline automatiche di misura dislocate nel territorio regionale e ubicate nei territori comunali di seguito indicati:
- Provincia di Cagliari n. 10 centraline: Assemini (3, di cui 2 a Macchiareddu), Cagliari (1), Monserrato (1), Quartu Sant'Elena (1), Sarroch (3), Seulo (1);
- Provincia di Carbonia-Iglesias n. 8 centraline: Carbonia (1), Gonnesa (1), Iglesias (1), Portoscuso (4), Sant'Antioco (1);
- Provincia del Medio Campidano n. 3 centraline: Nuraminis (1), San Gavino (1), Villasor (1);
- Provincia di Nuoro n. 5 centraline: Macomer (1), Nuoro (2), Ottana (1), Siniscola (1);
- Provincia dell'Ogliastra n. 1 centralina: Tortolì - Arbatax (1);
- Provincia di Olbia-Tempio n. 2 centraline: Olbia (2);
- Provincia di Oristano n. 3 centraline: Oristano (2), Santa Giusta (1);
- Provincia di Sassari n. 11 centraline: Alghero (1), Porto Torres (4), Sassari (6).

La rete delle centraline si completa con un centro operativo (C.o.t.) di acquisizione ed elaborazione dati ubicato presso la direzione tecnico-scientifica dell'Arpas. I dati vengono trasferiti in tempo reale al sistema informativo regionale ambientale (S.i.r.a.).

Consulta le relazioni annuali sulla qualità dell'aria nel sito SardegnaAmbiente
Aria
La qualità dell’aria nel territorio regionale è verificata attraverso diverse attività poste in essere dalla regione in adempimento ad obblighi istituzionali derivanti dalla normativa nazionale ed europea.
Suolo
Il monitoraggio dei suoli riveste un’importanza strategica sia dal punto di vista ambientale che socio-economico: infatti al suolo appartengono molte funzioni fondamentali di supporto alla vita ed agli ecosistemi quali ad esempio la produzione di biomassa, l’immagazzinamento e la trasformazione di materia organica, di minerali e di energia, la protezione delle acque sotterranee.
Acqua
Il monitoraggio delle acque è finalizzato alla verifica dello stato ambientale dei corpi idrici, alla loro classificazione ed alla verifica del raggiungimento degli obiettivi stabiliti dalla normativa. Il monitoraggio delle acque si attua per le diverse componenti: acque superficiali interne, acque marino costiere e di transizione, acque a specifica destinazione funzionale e acque sotterranee. I campionamenti e le analisi vengono effettuati dai dipartimenti provinciali dell’Arpas.