Centro Funzionale Decentrato (CFD)

Con Decreto del Presidente della Regione n. 156 del 30.12.2014, la Giunta Regionale ha dichiarato l’operatività del Centro Funzionale Regionale della Regione Sardegna, così dando completa attuazione alle disposizioni della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2004 “Indirizzi operativi per la gestione organizzativa e funzionale del sistema di allertamento nazionale e regionale per il rischio idrogeologico e idraulico ai fini di protezione civile”.
Il Centro Funzionale Decentrato della Regione Sardegna è operativo dal 1 gennaio 2015.

La finalità CFD della Regione Sardegna è di fornire un servizio continuativo, per tutti i giorni dell'anno e, se necessario, su l'arco delle 24 ore, di supporto alle decisioni delle autorità competenti per le allerte e per la gestione dell'emergenza e di assolvimento delle necessità operative dei sistemi di protezione civile.

Il CFD della Regione Sardegna fa parte della rete dei Centri Funzionali, che garantisce il coordinamento del Sistema di allertamento nazionale, costituito dal Centro funzionale centrale, che opera nella sede del Dipartimento della Protezione Civile, e dai Centri funzionali decentrati che operano nelle Regioni e Province autonome.

CFC per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico
CFC per il Rischio Incendi Boschivi

Il CFD della Regione Sardegna è organizzato in due settori:
- settore meteo, incardinato presso il Dipartimento Meteoclimatico dell'ARPAS, con sede a Sassari;
- settore idro/effetti a terra, incardinato presso la Direzione Generale della Protezione Civile, con sede a Cagliari.
Il CFD della Regione Sardegna opera per ambiti di rischio, al fine di supportare la risposta del sistema di protezione civile regionale a tutti i rischi prevedibili. Sono attivi:
- l’ambito del rischio idrogeologico/idraulico
- l’ambito del rischio degli incendi boschivi

Documenti prodotti dal CFD della Regione Sardegna [file.pdf]